Articolo – Concorsi Forze Armate: come prepararsi

CONCORSI FORZE ARMATE : COME PREPARARSI

Sempre più numerosi sono i giovani alla ricerca di una Preparazione alle Prove di Efficienza Fisica dei Concorsi Forze ArmateEsercito VFP1, VFP4, Carabinieri, Guardia di Finanza, Accademia Navale e Polizia.  Non sottovalutare la preparazione di questi concorsi è sempre un buon inizio: le prove hanno obiettivi non difficili da raggiungere ma solo con una corretta preparazione sia fisica che tecnico-tattica è possibile affrontarle al meglio. Inoltre, anche superando tutte le prove, in alcuni concorsi l’accesso finale avviene in seguito alla stesura di una graduatoria; una buona preparazione, soprattutto se iniziata per tempo, permette di puntare al raggiungimento dei Punteggi Massimi acquisibili (Punteggi Incrementali). ATTENZIONE: Le informazioni qui riportate NON sono da ritenersi sempre ed assolutamente valide per tutti i concorsi militari: si riferiscono piuttosto ad esperienze personali raccontate o vissute da me ed altri ragazzi e ragazze che hanno tentato i test. Qui NON C’E LA RICETTA MAGICA. Qui piuttosto si ci cerca di dare un aiuto in più, una informazione, raccontare un’esperienza, dare un consiglio pratico. E’ possibile farsi un’idea di ciò a cui andiamo incontro quando ci s’incammina in questo lungo percorso. Ebbene si, tanto breve e semplice, non è. Certo è infatti che le prove saranno diverse a seconda del concorso in cui si appresta a partecipare e sempre è capitato che le prove fossero numerose. Tralasciamo i quiz, i temi, le domande psico-attitudinali che probabilmente sono un ostacolo non indifferente e soffermiamoci meglio sulla parte che a noi interessa qui maggiormente: i TEST PRATICI ! Elenchiamo prima di tutto alcune prove, che nei diversi concorsi, abbiamo trovato in passato e alcune che ancora oggi possiamo trovare:

PROVE PRATICHE DEI CONCORSI FORZE ARMATE:

Corsa 100 metri velocità (sprint) – Corsa 1000 metri – Corsa 2000 metri
Salto in Lungo – Salto in Alto – Getto del Peso
Salita della Fune – Trazioni – Addominali – Piegamenti sugli Avambracci (“flessioni”)
Sollevamento Bomba da Mortaio (peso da 20 kg) – Trascinamento del Ferito (peso da 70 kg)
Simulazione Armamento Mitragliatrice (Manubrio peso 10-20 kg)
 
NB: se mi sono dimenticato di qualcosa, vi prego di scrivermi che cosa, inviandomi una semplice e-mail. Grazie !
 

Dicevamo, qui non c’è la ricetta magica. Ma ci sono dei CONSIGLI e delle RISPOSTE a domande frequenti. Per comodità, cercherò di riassumere in brevi e sintetici punti.

CONSIGLI PRATICI: ORGANIZZAZIONE INIZIALE

  1. Sarà scontato ma molti aspiranti non stampano e non leggono bene il BANDO COMPLETO. Quindi: stampa, leggi, sottolinea, evidenzia.
  2. Informati da amici (quelli più fidati e seri!) che hanno già partecipato allo stesso concorso. Se pensi di trovare risposte sui numerosi Forum, fallo, ma ATTENZIONE ! Puoi trovare risposte ma non fidarti troppo degli sconosciuti.
  3. Informati con largo anticipo e decidi fin da subito il tuo programma d’azione.
  4. Inizia ad allenarti subito, chiedendo aiuto ad allenatori esperti, informandoli dei tuoi obiettivi, tempistiche e difficoltà. Non aspettare di aver superato uno scritto o finito gli studi: non avrai più tempo !
  5. Ancora meglio: fatti seguire da un esperto, del settore, possibilmente un allenatore personale, un Personal Trainer che può prepararti una pianificazione di tutto il percorso completo, con programmi di allenamento a breve, medio e lungo termine, Test Iniziali, Intermedi e Finali.
  6. ECCO DIMENTICAVO: fai subito un TEST ! Molti iniziano ad allenarsi, ma su quali basi ? Cerca di capire da dove parti, dove vuoi arrivare e facendo che cosa…. o perderai di vista l’obiettivo.
preparazione concorsi forze armate pisa

Title

Sub Title

CONSIGLI PRATICI: PROVE PRATICHE

7. I test pratici sono “presi” da vari sport ed attività. E’ il caso ad esempio del Salto in Lungo, del Salto in Alto, dei 1000 metri dell’Atletica Leggera. E’ il caso dei famosi “Addominali” e dei “Piegamenti” esercitazioni molto in voga nelle palestre…anzi un pò ovunque ! Comunque sia l’importante è sapere che non vanno allenati sempre come descritto sui vari siti web o su youtube. Ad esempio il salto in lungo dell’atletica ha delle regole per cui nell’allenamento e in gara dovrò rispettarle ed utilizzare una certa tecnica. Ma nel concorso NON E’ COSI’ !!! Le regole non sono le stesse dello sport originario. In gara c’è la Pedana, parte fondamentale con le sue regole. Nel concorso militare spesso questa pedana non c’è, o meglio, non la considera nessuno: è possibile, dopo la rincorsa, staccare (ultimo piede che tocca terra) ovunque. Diventa quindi inutile allenarsi seguendo un Tutorial su YouTube indirizzato ad un aspirante atleta agonista. Alcuni fanno così 🙂 Altro esempio: Salto in Alto. Le tecniche di salto sono numerose e tutte valide sia in una gara ufficiale che in un concorso militare. Tuttavia, per una gara ufficiale nessun atleta oggi penserebbe mai di allenarsi utilizzando la tecnica ventrale poiché sappiamo che con quella dorsale è possibile raggiungere altezze maggiori. Non perdiamo di vista l’obiettivo del concorso: superare 1 metro, 1 metro e 20 ad esempio. Non vince chi va più in alto ma chi raggiungere l’obiettivo dato.

Di conseguenza l’allenamento deve essere in base al movimento che più ci è congeniale per superare quel limite. Questo per dire cosa: molti aspiranti talvolta cercano di imparare invano una tecnica che richiede molto più tempo quando basterebbe usarne un’altra per avere i risultati sufficienti a breve termine. CONCLUSIONE: valuta sempre insieme al tuo allenatore come ti conviene preparare ogni singola prova dei concorsi delle forze armate. 8. I 1000 metri: quanto sono? due giri di pista di atletica ? due e mezzo? 3 e mezzo? Perchè non ci torna nulla a volte ? Perchè cambiando città e cambiando dunque pista, alcune hanno lunghezze differenti per cui il calcolo del giro può cambiare. Informati bene sulla lunghezza della pista che stai utilizzando. Quelle regolari sono di 400 metri in 1^ corsia, quella più interna. Oppure misurala tu stesso se hai l’attrezzatura giusta. 9. Sollevamento Bomba da Mortaio. A meno che tu non ce l’abbia in casa 🙂  dovrai utilizzare un oggetto di simile forma ma soprattutto di peso identico; fatti aiutare dal tuo allenatore.

CONSIGLI PRATICI: CONCLUSIONI

10. Poichè l’articolo sta diventando davvero molto lungo 🙂 concludo qui, con la promessa di scrivere una GUIDA COMPLETA anche in più parti, con tutti i consigli ed aiuti del caso. ————————————– ATTENZIONE. Puoi trovare interessanti ed utili GUIDE GRATUITE per i concorsi forze armate anche nella sezione dedicata ai contenuti free/gratuiti CLICCANDO QUI. Infine, se ritieni che un investimento migliore possa aiutarti a raggiungere meglio il TUO IMPORTANTE OBIETTIVO, puoi scrivermi per richiedere una CONSULENZA privata e ricevere altri consigli, programmi di allenamento e lezioni private. Certamente, sai bene che un esperto Personal Trainer per il tuo concorso militare saprà aiutarti al meglio nella programmazione e durante tutto il percorso di preparazione, ma devi esserne davvero convinto. Se ti senti deciso, contattami in privato, CLICCANDO QUI. Buon Allenamento !